iab FORUM 2015 e Internet Advertising: dilagano Facebook e Google!

Gli investimenti in Italia arrivano quest’anno a valere il 30% del mercato pubblicitario, trainati da Video, Mobile e Social. Qualità dei contenuti, creatività, e Big Data sono oggi le parole chiave nell’era dell’Advertising of Everything.

crescita-del-programmatic-151201153404_medium

 

La pubblicità digitale ha un ruolo sempre più rilevante nei media mix delle aziende italiane, e fa registrare quest’anno un incremento del mercato pari 10%. C’è fermento e ottimismo fra gli addetti ai lavori. La parte del leone, anzi dei gorilla, come sono stati definiti, la fanno gli over-the-top, ovvero Google e Facebook, lasciando gli avanzi (il 45% di un mercato stimato in 2,15 miliardi di euro) agli operatori locali.

 

I dati sono quelli dell’Osservatorio Internet Media della School of Management del Politecnico di Milano, partner di IAB. «Si confermano alcuni grandi trend, come Social, Video, Mobile e Programmatic Adv – dice Marta Valsecchi», evidenziando anche che «gli investimenti pubblicitari su Smartphone crescono di ben il 54%, passando da 293 milioni a 452 milioni di euro, ovvero oltre un quinto del totale dell’Internet Advertising». Una fetta destinata ad espandersi, dato che ormai lo smartphone è il compagno di vita inseparabile e la modalità di fruizione preferita di Internet soprattutto per giovani e giovanissimi, che quasi non guardano più la televisione.

internet-advertising-vista-151201153616_medium

Qualità dei contenuti, creatività, e Big Data (che però significa small cluster), sono oggi le key word dell’Internet Adv secondo Carlo Noseda, Presidente di IAB Italia, che ha aperto i lavori dell’evento ricordando che «l’esperienza è tutto». «Oggi quello che conta sono gli stili di vita, non i dati demografici», il che obbliga a sperimentare nuovi approcci, consapevoli che «il futuro presenta straordinarie opportunità, ma bisogna credere fino in fondo negli strumenti tecnologici e nelle capacità del digitale». L’internet of Things, con la crescita inarrestabile di oggetti e persone connesse, diventa così l‘Adverting of things, aprendo le porte a nuove forme di comunicazione.

mercato-internet-adv-151201152723_medium

2016-06-22T10:24:30+00:00